Bocas Del Toro

March 9, 2016

 

Pensando un luogo dove consigliare un bel viaggio, mi viene in mente la zona della provincia di Bocas Del Toro, mi trovo in America latina, precisamente nello stato di Panama, raggiungo in una notte in pullman la zona di confine con il Costarica. Mi fermo qualche giorno nell'arcipelago di Bocas Del Toro, nella guida leggevo di onde da surf, sole, palme e atmosfera caraibica. Sapevo già che agosto non era il periodo migliore per visitare queste zone, ma la pioggia non mi ferma... anche se ho vissuto un soggiorno meteorologicamente un po' grigio ma contemporaneamente affascinante e molto, molto interessante. Storicamente, questo è l'arcipelago che affascinò per la sua bellezza naturale Cristoforo Colombo, quando nel 1502 tornò per la quarta volta nel Nuovo Mondo, successivamente divenne un covo di pirati, (e già a me questa storia affascinava non poco). Soggiorno nell'isola più grande dell'arcipelago, Isla Colon, intorno, natura selvaggia, abitazioni che mi fanno venire in mente paesaggi da cartone animato con spiagge bianche ed incantevoli, mare cristallino, acqua smeraldina, stelle marine e palme; il tipico paesaggio caraibico che ti immagini quando pensi ai Caraibi. Con la mia allegra brigata, trascorreremo un'intera giornata nei pressi di Bocas Del Drago, dove si trova una piccola baia tra le palme, chiamata Playa Estrella, deve il suo nome, proprio alla quantità di stelle marine che popolano le acque, mi colpisce piacevolmente quanto gli autoctoni siano attenti a proteggere la natura, così provo un immenso piacere, quando rimproverano gli stupidi turisti che per un selfie con una stella marina rischiano di farle del male. La cittadina di Bocas è molto pittoresca, fatta di case di legno colorate, che furono costruite dall'industria di banane statunitense agli inizi del novecento, perché qui ci sono un infinita di alberi di banane e la popolazione vive maggiormente di questa attività. La comunità è tranquilla, in giro ci sono caraibici, sudamericani, stranieri e cinesi, tutta gente allegra e molti, moltissimi giovani, noi alloggiamo in un delizioso ostello chiamato “Mondo Taitu” gestito da un giovane surfista, tra le frasche, le palme e fiori tropicali di ogni tipo. L'atmosfera è ospitale, i ritmi sono lenti e rilassati... il mio posto ideale.

 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

April 17, 2019